{
{
{
MassannunziataMascaluciaMascaluciaMascaluciaMascalucia

MOVIMENTO 5 STELLE MASCALUCIA

LE

Attività Produttive

Mascalucia e Massanunziata

{
{

facebook
twitter
gplus
youtube

ELEZIONIMASCALUCIA.IT @ All Right Reserved 2018 |  AMMINISTRATORE  SEBASTIANO CATANIA                  --                         email:     info@mascalucia5stelle.it

IL MONDO    

economico è in piena mutazione 

e ci lascia tutti  disorientati  mentre le attivitità commerciali, artigiane, imprese professionisti soffrono o chiudono, lasciando  dietro  di sè disoccupazione, precariato,  insicurezza e giovani che emigrano.

 

 

Dobbiamo  guardare al mondo delle attività produttive attraverso  delle nuove lenti. Negozi, imprese, artigiani,  professionisti, operatori turistici possono uscire dalla crisi solo attraverso una nuova visione ed un nuovo modello di sviluppo.

Il proliferare dell'e-commerce attraverso Amazon o Ebay, la diffusione dei grandi centri commerciali, il prevalere della grande distribuzione ci devono far riflettere su come rigenerare le nostre attività produttive locali.

Leggendo i cambiamenti,  riteniamo di dover proporre un nuovo paradigma economico, un modello basato sulla sostenibilità, l' innovazione e partecipazione, un eco sistema produttivo, commerciale, sociale e, non ultimo, istituzionale che si muove all’unisono.

 

Ricercatori, scienziati, economisti indicano nella Sostenibilità  e nell'Innovazione l'unico percorso possibile...  e  i programmi europei lo finanziano.

{
eyJpdCI6IkNpdHRhZGluaSBzZm9uZG8ifQ==

Il Comune di Mascalucia spende ogni anno circa 130.000 euro per la Missione 14 - Sviluppo economico e competitività - ma di questi l'80% va al personale. Di quale investimento si parla? Vi è una totale assenza di visione,  e un solo progetto chiaro, nel solito settore edilizio speculativo, mascherato dietro un mirabolante futuro turistico del tutto improbabile.  

 

Abbiamo un'amministrazione e tutti  i suoi consiglieri di maggioranza  stretti intorno ad un progetto civico che sostiene un piano regolatore che consumerà  altro suolo e continua a immaginare di versare cemento in nome di un mercato destinato all'agonia.   

 

Un 'nuovo' Piano Regolatore Generale, per fortuna non definitivamente approvato, che intende cementificare le ultime are verdi di Mascalucia  (si chiama "Rammendo"), che potrebbero costituire invece opportunità di  servizi di quartiere.   

"Aree Risorsa Parco Urbano",  ovvero cementificazione di aree boschive ed aree  di rispetto.   

 

Una proloco che promuove attività fieristiche anacronistiche al limite del ridicolo. 

 

Un GAL  Etna Sud  che "aspetta"   i 6 milioni dei fondi europei regionali  per fare che cosa, esattamente? 

Cosa si può fare ?  

Realizzare un ecosistema economico che riorganizzi e riqualifichi le attività tradizionali, guidandole verso nuove attività sostenibili e innovative seguendo le esperienze Europee e Italiane che già si sono mosse in tale direzione. Impariamo dagli errori e dai successi altrui, da chi ce l'ha fatta .....   e perché non Mascalucia ? 

{
Massannunziata

AZIONI

Mascalucia

COMMERCIO 

 

PIANO TURISTICO COMMERCIALE - CENTRO STORICO MASCALUCIA 

 

 

​​La creazione della zona pedonale di Via Etna tra chiesa Madre e Chiesa San Vito  con una rigenerazione urbana e ri-funzionalizzazione  per consentire  la crescita di attività commerciali ed artigianali  quali :

  • Locali e percorsi enogastronomici DOC votati al cibo sano sicuro, bio, filiera corta e km Zero.

 

  • Eventi culturali in strada e nei locali , di musica teatro, e mostre. Pub musicali dove le band giovanili possano esprimersi in zone senza SIAE .

 

  • Percorsi  cittadini pedonali e ciclabili sicuri soprattutto per mamme, bimbi ed anziani ed  anche di collegamento tra scuola, casa, parcheggi e locali. 

 

  • Percorsi  culturali e turistici  pedonali e ciclabili  che ripercorrono  le vecchie  vie di collegamento  tra Mascalucia , Massanunziata Mompileri ,  siti storico-religiosi  ed  i  parchi  boschi  Ceraulo, Trinità, Manenti , Mompileri.

 

  • Punto di ristoro e ritrovo per i ciclisti  che attraversano Mascalcuia di transito verso l'Etna con la realizzazione di un vecchio percorso pedonale/ciclovia  Acireale.Simeto che attraversa Mascalucia , Massanunziata Mompileri.    

 

  • Connessione pedonale con piazza Falcone Borsellino (piazza del cimitero) e realizzazione   del Mercatino della Domenica BIo Km Zero.   

 

  • Un Luogo aperto che mira ad intercettare il flusso commerciale di qualità verso mete come Nicolosi ed Etna e che offra agli operatori turistici locali dei B&B  una serie di servizi che faccia sostare il turista sul nostro territorio .

 

 

 

E non ultimo : 

 

Riqualificazione, incentivazione  e regolamentazione delle aree commerciali di quartiere e delle botteghe di vicinato  

 

Nuovi piccoli centri commerciali e ristoro su Massannunziata  sempre con cibo locale e bio km zero  con  filiera  commerciale  locale  consorziata  prendendo esempio dal  famoso  eat-italy.     

 

Riqualifica del Corso San Vito per farlo diventare un centro commerciale all'aperto  naturalmente connesso con  il centro storico.

PIANO TURISTICO COMMERCIALE & CULTURALE   

 

 MASSANNUNZIATA  

 

 

​​La creazione di un parco naturalistico con annessa area archeologica e parco letterario  che, nell'antica Massa Annunziata, valorizzi l'ambiente naturale, i resti archeologici e celebri la storica ambientazione del romanzo "I Vicerè" di Federico de Roberto. Attivazione di turismo scolastico dal resto della regione e non solo. 

 

Pianificazione del turismo religioso della Madonna di Mompileri e del vicino Santuario della Madonna della Roccia in Belpasso. 

 

Collegamento con la pista pedonale e ciclovia  Acireale-Simeto, che darà la possibilità di far confluire il traffico turistico proveniente dalla ciclovia Europea EUROVELO di oramai prossimo finanziamento Europeo e Nazionale (Piano Connettere Italia).

 

Riqualificazione del centro storico di Massannunziata  da connettere al centro storico  di Mascalucia ed al flusso turistico diretto a Nicolosi ed alle ciclovie e percorsi pedonali  del  Bosco  Monte  Ceraulo   

 

 

EDILIZIA  

 

PRG  - REGOLAMENTO - SUOLO  

 

 

​​Uscire dalla edilizia tradizionale  senza  futuro (vedasi rapporto congiunturale sul mercato delle costruzioni  del  Cresme - Centro Ricerche Economiche Sociali e di Mercato),  e mettere in campo una nuova edilizia di qualità a zero energia. 

 

Basta al consumo di suolo e territorio, basta al cemento, prima  i servizi  e poi  una edilizia  innovativa  oltre  il minimo di legge   che  adotti  protocolli  ingegneristici aperti, open-source e validati (come quelli di Casaclima Bolzano, Passivhaus in Germania, Bioarchitettura, Riuso dei Borghi antichi) che dimostrano ogni giorno il valore aggiunto economico.

 

Centri Storici  di Massannunziata e Mascalucia,   una  Riqualificazione , rigenerazione  edilizia  attenta al "Paesaggio Urbano Storico" (definizione UNESCO del 2011)  e  non ai singoli edifici, ma a tutto il tessuto storico urbanistico nella sua interezza comprese le sue brutture. 

 

Un  patrimonio i cui proprietari  desidererebbero  valorizzare,  NON  con  atti  di speculazione, ma con una riqualificazione e rigenerazione  architettonica strutturale, sismica e energetica e diventino luogo di nuove  attività produttive  che  crescono dentro l’organismo  edilizio e gli danno vita economica e sociale.

Vedi  blog  e  progetto centri storici

 

PRG PIANO REGOLATORE GENERALE

 

Il nuovo PRG  impostato  da questa amministrazione uscente  e dalla sua maggioranza  nasce  purtroppo  ispirato  al consumo  spregiudicato  di  suolo con comparti di trasformazione destinati ad un “parco urbano” e  “area risorsa turistiche”,  che  significano  altri   1.700.000 mq  di cemento  nelle  ultime aree  verdi  di Mascalucia,  includendo  la valorizzazione in titoli edilizi  di  244.000 mq di cemento , 846.000 mq di superfici dentro le aree di rispetto  di  boschi e le aree boscate.   Monte Ceraulo,  Monte Mompileri e parco Trinità Manenti ......

 

La creazione  del mercato finanziario e speculativo  dei titoli edilizi  che premia i soliti  noti  e dai confini poco chiari.   

       

Il PIano Regolatore dovrebbe  essere  l’opportunità  per ridisegnare e riqualificare  la nostra  città  dando priorità ai servizi, alla mobilità,  alla carenza di verde pubblico, ad un urbanistica inclusiva, alla sicurezza pubblica. 

Noi intendiamo rivedere il nuovo PRG  secondo  una pianificazione ed  organizzazione urbana  che abbia la priorità  nelle linee guida  Europee  delle Smart City, ovvero alla  predisposizione infrastrutturale  di  reti energetiche e di servizi  di quartiere, della mobilità  elettrica, della  “IoT Internet of Things, appunto case, quartieri, comunità intelligenti con una infrastruttura digitale al servizio della sicurezza e dei cittadini.          

Un regolamento edilizio  che si ispira alla edilizia sostenibile, agli edifici  ad  energia zero,  alla bioarchitettura,  agli smart building.

IMPRESE  ed ARTIGIANI  

 

 

La strada dell’edilizia di qualità comporta che la filiera sia riqualificata per sfruttare appieno le potenzialità del nuovo mercato edilizio delle ri-qualifiche di qualità.  

Lo sportello per la sostenibilità ed innovazione implementerà processi formativi ed informativi per le imprese e i tecnici su tutto il nostro territorio.  Imprese ed artigiani riqualificati ed all'altezza di un nuovo mercato.     

 

PROFESSIONI 

 

Le  professioni dovranno farsi promotrici del nuovo sistema edilizio diffondendo  gli edifici Zero Energy,  gli Edifici ad energia positiva  in linea con gli orientamenti Nazionali ed Europei degli  Smart  Building  e  delle Smart City con protocolli  costruttivi  innovativi  quali  Casaclima , Case Passive, LEED. 

 

TERZO SETTORE   

 

Il  settore delle Associazioni  No profit  e del volontariato  offre tanti spunti  di indirizzo e guida  per aiutare  l’implementazione  di sistemi  di gestione territoriali  e una  Istituzione comunale trasparente. Saranno  attivate convenzioni con le associazioni all’avanguardia in  turismo, edilizia, disabilità, mobilità,  tutela degli animali,  free software, ricerca e sviluppo,  tutela dell'ambiente e del territorio.​

 

QUARTO SETTORE   

 

L’Italia  ha regolamentato  con la legge di stabilità del 2015   le  Imprese Etiche  basate sulla sostenibilità ambientale e sul benessere sociale con  profitti  destinati solo ad  obiettivi di  sviluppo sostenibile. 

Le benefit company  (o B Corporation)  saranno  un  area di sviluppo economico dove i giovani devono trovare il loro spazio ed essere protagonisti.

​GIOVANI  

 

 

Le  nuove  attività  commerciali sostenibili  devono avere come protagonisti  il lavoro  e l'arte  dei Giovani di Mascalucia e non solo. 

La nuova amministrazione M5S  dovrà  alimentare  il  potenziale innovativo  dei  giovani mascalucesi e  creare degli attrattori tecnologici, un INCUBATORE  ove  far crescere  delle contaminazioni  tra  start-up innovative  e mondo delle innovazioni ,  con  aree di co-working  ad alta tecnologia, in collaborazione con il vicino polo universitario catanese;  tutto questo utilizzando anche delle strutture comunali  rigenerate e messe a disposizione.  

 

Un modo nuovo anche di intendere lo sport: dall’agonismo, con una pianificazione territoriale delle strutture pubbliche e private,  allo sport  dilettantistico in  palestre  all’aperto  diffuse, non  parchi zoo chiusi, ma  luoghi attrezzati dove adulti, giovani e bimbi si ritrovano per riscoprire il senso della comunità.

 

Spazi  dove i nostri ragazzi  si allontanano dalle strade  e  giocano in aree sicure di quartiere.

​GAL ETNA SUD  

 

Il Gruppo di Azione Locale  GAL Etna Sud può essere una opportunità, ma anche la solita disgrazia di spreco di soldi pubblici.  Nato per attingere  ai fondi regionali europei  per lo sviluppo rurale  ha obiettivi di  gestione sostenibile delle risorse, per migliorare la competitività del settore agricolo e lo sviluppo equilibrato dei territori rurali, operando negli ambiti del turismo sostenibile, della valorizzazione beni culturali  e del patrimonio artistico. Il Comune di Mascalucia è il capofila del Gal Etna Sud.  

L'amministrazione cinquestelle spingerà affinché il GAL punti sull'Innovazione nella filiera dei sistemi produttivi agro alimentari, forestali, artigianali e manifatturieri, per divenire il motore di un nuovo modo di fare turismo sostenibile, senza dipendere esclusivamente dai fondi regionali e lamentarsi ma, anche attraverso le risorse imprenditoriali e gli imprenditori del territorio,  diventare il catalizzatore, il  centro di  incontro di tutti gli interessi territoriali per progettare e pianificare l’ecosistema turistico e produttivo del comprensorio Etna Sud.

Create a website